Superate di molto le presenze di pubblico e di truck della scorsa edizione.
Molto apprezzato anche l’inedito Street Food Fest

Nonostante il grande caldo e nonostante alcune manifestazioni simili che si svolgevano in contemporanea in zone limitrofe alla provincia di Brescia, la quinta edizione dell’ European Truck Festival, che si è svolto l’8 e 9 settembre all’Autoparco Brescia Est, è stato un successo da tutti i punti di vista: da quello della partecipazione dei truck, da quello dell’afflusso di pubblico e da quello del numero ma soprattutto della qualità degli espositori.
Per quanto riguarda il pubblico si arrivati alla cifra record dei 30mila spettatori nei due giorni così come è stata largamente doppiata la boa dei 210 camion iscritti al raduno ( ma ne sono arrivati anche di non iscritti), mentre tra i 50 tra espositori e sponsor, finalmente, oltre ai concessionari (importante è quella di CAVI Diesel, storico concessionario DAF) c’è stata la presenza ufficiale delle Case con i Truck Center sia di MAN che di Volvo Trucks e di aziende di respiro internazionale.

Rispetto allo scorso anno è stato introdotto il tema della salute e delle malattie professionali, in particolare le malattie del sonno, con le interviste e i questionari per la realizzazione di uno studio nazionale tra i camionisti italiani. Alla fine della manifestazione sono stati circa 5mila le schede restituite agli specialisti dell’Associazione Italiana Apnoici. Oltre alla salute ha tenuto banco anche la solidarietà, con il piccolo centro di raccolta delle offerte per la famiglia di Andrea Anzolin, l’autista tragicamente scomparso nel rogo sulla tangenziale di Bologna i 6 agosto scorso.

Se I Diavoli Rossi, i maghi del drifting, erano già noti ai visitatori dell’ETF, non lo erano le acrobazie da brivido della Pattuglia Acrobatica che ha portato all’ Autoparco Brescia Est numeri, coreografie e spettacoli mai visti. Ma assolutamente inedito era anche e soprattutto lo STREET FOOD FEST, un percorso gastronomico attraverso il “cibo di strada” di mezzo mondo: dal tex-mex al fish & chips, dalla carne brasiliana o argentina alla paella spagnola, dai sapori indiani a quelli siciliani, passando dalle più classiche mozzarella di bufala o salsiccia nostrana affumicata. Uno Street Food Festival che il pubblico ha gradito moltissimo, vista la quantità di cibo, tutto di altissima qualità che, senza soluzione di continuità, è stata consumata. Infine, e non certo per importanza, dobbiamo ricordare lo show di Marco Berry, un personaggio ormai di casa all’ETF, in grado di calamitare sempre e comunque un grande interesse in questo ambiente.

“Siamo molto soddisfatti – ha detto Ventura Rino Acito, patron di Oltre Eventi, la struttura che organizza da cinque anni l’European Truck Festival – perché al di la di ogni altra considerazione, questa manifestazione è la prova che quando si lavora duramente con passione, quando si vive e si lavora a contatto con il mondo dei camionisti, non si può che avere partita vinta. Qualcuno – continua Acito – ha parlato di successo annunciato, nel senso che viste le edizioni precedenti non si poteva non fare bene. Forse è vero. Ma io direi che motivi del successo vanno ricercati nel lavoro di un anno, negli investimenti in comunicazione e in un team che vive in una sorta di continuo brainstorming, perché avere successo una volta è impegnativo, ma mantenerlo e farlo crescere per cinque anni è davvero una cosa di estrema difficoltà. Comunque – conclude Acito – per il prossimo anno abbiamo in serbo due sorprese: la prima è quella del cambio della data, l’European Truck Festival 2019 si svolgerà a giugno; la seconda è che con moltissime probabilità l’ETF verrà “doppiato” da una manifestazione simile a Sud, riprenderemo cioè quel “Giganti del Mediterraneo” che quattro anni fa ottenne un grande successo all’Autodromo del Sele, nei pressi di Salerno.”

Brescia, 10 settembre 2018